Ematologia.net
Cardiologia.net
Mediexplorer

Individuato un segnale di sicurezza tra bifosfonati e fratture femorali non-guarite


Una analisi di dati di 15 anni del sistema AERS ( Adverse Event Reporting System ) della FDA ( Food and Drug Administration ) sulla fratture femorali associate ai bifosfonati ha dimostrato che ben il 26% dei casi pubblicati riguardavano guarigioni ritardate o non-guarigioni.

Lo studio è il primo a identificare un segnale di sicurezza tra bifosfonati e fratture femorali non-guarite all'interno del database statunitense AERS.

Nel marzo 2010, l'FDA aveva ammesso di non essere stata in grado di identificare un segnale di sicurezza che coinvolgeva bifosfonati e fratture atipiche del femore all'interno di questo database.

Oltre all'analisi del database AERS, è stata anche condotta una revisione sistematica di articoli presenti in Pubmed ed Embase tra il 1990 e il 2012.
Sono stati trovati 289 articoli con un'associazione tra bifosfonati e fratture femorali non-guarite.

Nel database AERS della FDA sono stati individuati 362 casi con un rapporto proporzionale di segnalazione del 4.51 tra bifosfonati e fratture femorali non-guarite; 317 di questi casi erano associati al farmaco Alendronato ( Fosamax ).

Tuttavia, queste fratture rappresentavano un evento avverso raro correlato alla terapia con bifosfonati.

Una migliore comprensione dei meccanismi di queste fratture è necessario per sviluppare un modello di previsione. ( Xagena2013 )

Fonte: Journal of Bone and Joint Surgery ( American Volume ), 2013


Endo2013 Chiru2013 Farma2013


Indietro