XagenaNewsletter
Medical Meeting
Xagena Mappa
Ematobase.it

I supplementi a base di Calcio e di Vitamina D hanno scarsi effetti sulla densità minerale ossea e sul rischio di tumore del colon-retto nelle donne


I supplementi a base di Calcio e di Vitamina D forniscono scarsi benefici nella prevenzione della frattura delle ossa, o del tumore del colon nelle donne sane di età compresa tra 50 e 79 anni.
Queste le conclusioni di due studi del Women’s Health Iniziative ( WHI ), pubblicati su The New England Journal of Medicine.


In uno degli studi, Rebecca Jackson dell’Ohio State University Medical Center e colleghi hanno assegnato in modo casuale 36.282 donne di età 50-79 anni ad assumere ogni giorno una pillola contenente 1000mg di Calcio elementare e 400UI ( Unità Internazionali ) di Vitamina D3, oppure placebo.

Le donne sono state seguite in media per 7 anni.

Lo studio ha trovato che il gruppo delle donne che stava assumendo i supplementi presentava una più alta densità ( 1% ) ossea a livello dell’anca ed una minore probabilità ( 12% ) di andare incontro a fratture dell’anca rispetto al gruppo placebo.

Tuttavia, l’incidenza di fratture ossee dell’anca tra le donne che stavano assumendo supplementi – 14 fratture ogni 10.000 donne – non è risultata significativamente diversa dall’incidenza tra le donne che assumevano il placebo – 16 fratture ogni 10.000 donne.

Quasi il 20% delle donne nel gruppo che stava assumendo supplementi non ha seguito in modo regolare il trattamento.

Le donne che hanno aderito al regime durante lo studio hanno avuto una riduzione della probabilità di andare incontro a fratture dell’anca rispetto al gruppo che ha assunto placebo.

Lo studio ha anche trovato che le donne di età superiore ai 60 anni avevano una riduzione del 21% della probabilità di fratture dell’anca se erano nel gruppo con supplementazione di Calcio e di Vitamina D3.

I Ricercatori hanno trovato che la supplementazione non riduce il rischio di fratture del polso e della colonna vertebrale.


Un altro studio clinico ha esaminato nello stesso gruppo di donne l’incidenza di tumore del colon-retto.
Non è stata trovata alcuna differenza statisticamente significativa nell’incidenza di tumore tra i due gruppi.

Questi dati sono in contrasto con i dati di studi precedenti che, invece, avevano mostrato un beneficio dall’assunzione di Calcio.

Secondo gli Autori, il mancato effetto della supplementazione può dipendere dal disegno dello studio.
Di norma, un tumore del colon-retto impiega 10-20 anni per svilupparsi e, pertanto, la durata di 7 anni dello studio potrebbe non essere stata sufficiente a mostrare i benefici della supplementazione.

Lo studio ha anche trovato che i supplementi a base di Calcio hanno portato ad un aumento del rischio di calcoli renali.


Sulla base di queste scoperte, le donne, in particolare quelle con più di 60 anni d’età, dovrebbero assumere Calcio e Vitamina D per prevenire le fratture osse.

Lo studio ha confermato le raccomandazioni del National Institute of Health ( NHI ) riguardo all’assunzione di 1200mg di Calcio da parte delle donne in postmenopausa. ( Xagena2006 )

Fonte: Kaiser Family Foundation, 2006


Endo2006 Onco2006 Farma2006


Indietro