Xagena Mappa
Medical Meeting
Ematobase.it
Cardiobase

L’effetto della Simvastatina sul metabolismo osseo nelle donne in postmenopausa


Uno studio prospettico ha valutato l’effetto della Simvastatina ( Zocor ) sul metabolismo osseo e la correlazione tra cambiamenti nei parametri del turnover osseo ed i livelli plasmatici di citochine.

Hanno preso parte allo studio 38 donne in postmenopausa con ipercolesterolemia ( > 240 mg/dL ), non in trattamento per l’osteoporosi.

La Simvastatina è stata somministrata inizialmente al dosaggio di 20 mg/die e la terapia è stata continuata per 3 mesi.

Sei pazienti sono stati esclusi dal periodo di follow-up.

Dopo trattamento con Simvastatina i livelli di colesterolo totale sono ridotti da 262,1 a 210,2 mg/dL ( p < 0,0001 ).

La Simvastatina ha aumentato in modo significativo i livelli di fosfatasi alcalina ossea e dell’osteocalcina, marcatori di formazione ossea, senza influenzare il riassorbimento osseo.

L’esistenza di una correlazione negativa tra livelli di TNF-alfa ed i parametri ossei anabolici ha fatto ipotizzare un ruolo dell’effetto di abbassamento dei livelli di citochine da parte della Simvastatina nel processo di rimodellamento, con effetti benefici addittivi sul metabolismo osseo.( Xagena2004 )


Tikiz C et al, J Bone Miner Metabol 2004; 22: 365-371


Endo2004 Farma2004


Indietro