Xagena Mappa
Medical Meeting
XagenaNewsletter
Cardiobase

Rimonabant nel management dei pazienti con fattori di rischio cardiometabolici multipli


Il Programma RIO ( Rimonabant-in-Obesity ) consiste di 4 studi clinici della durata di 1-2 anni: RIO-Europe, RIO-Lipids, RIO-North America e RIO-Diabetes.
L’obiettivo di questi studi era quello di valutare l’efficacia e la sicurezza del Rimonabant ( Acomplia ) nel trattamento dei fattori di rischio cardiometabolici multipli in 6600 pazienti in sovrappeso o obesi.

Dopo 1 anno, i risultati degli studi RIO-North America e RIO-Europe hanno mostrato che il trattamento con Rimonabant 20mg/die ha prodotto un miglioramento del colesterolo HDL ( p < 0.001 ), dei trigliceridi ( p < 0.001 ), dell’insulina a digiuno ( p < 0.001 ) e della resistenza all’insulina ( p = 0.002 e p < 0.001 per RIO-Europe e RIO-North America, rispettivamente ) nei confronti del placebo.

I risultati di entrambi gli studi hanno anche mostrato una significativa e sostenuta riduzione della circonferenza-vita ( p < 0.001 ) e del peso ( p < 0.001 ) per il Rimonabant 20mg/die, rispetto al placebo.

Miglioramenti simili sono stati osservati nello studio RIO-Lipids ad 1 anno; questi risultati si sono mantenuti a 2 anni nello studio RIO-North America.

Gli studi RIO-Europe e RIO-North America hanno mostrato che i miglioramenti dei livelli di colesterolo HDL e dei trigliceridi con Rimonabant ad 1 anno erano superiori a quanto attribuito alla sola perdita di peso ( 40% e 55% per il colesterolo HDL e per i trigliceridi, rispettivamente per RIO-Europe, e 58% e 47%, rispettivamente per RIO-North America ).

Inoltre, in RIO-North America, i cambiamenti nell’insulina a digiuno e nella resistenza all’insulina ( indice HOMA ) erano superiori rispetto alla sola perdita di peso ( 50% e 51%, rispettivamente ).

Rimonabant è risultato ben tollerato e la maggior parte degli eventi riportati è stata di natura lieve e transitoria. Di norma questi eventi si sono presentati all’inizio del trattamento. ( Xagena2006 )

Van Gaal LF, Peiffer F, J Endocrinol Invest 2006; 29 ( 3 Suppl ): 83-89


Endo2006 Cardio2006 Farma2006


Indietro