Metabolismo.net

Metabolismo

Evidenze significative indicano che il cuore scompensato è a corto di energia. Durante lo sviluppo dell’insufficienza cardiaca, la capacità del cuore di utilizzare acidi grassi, il combustibile princi ...


I pazienti in sovrappeso o obesi con carcinoma colorettale metastatico presentano sopravvivenza globale significativamente prolungata rispetto ai pazienti di peso normale. I pazienti con tumore del c ...


L'assunzione di bevande dolcificate con zucchero è risultata collegata ad anomalie del tessuto adiposo addominale. È stata esaminata la potenziale associazione tra l'assunzione abituale di bevande d ...


Uno studio ha mostrato che le donne che vengono trattate con bifosfonati per almeno 2 anni rimangono a rischio di fratture. Il 7% è andata incontro a fratture osteoporotiche e il 35% a fratture in ge ...


Per le donne più anziane, perdere o guadagnare peso è correlato al rischio di fratture. In una analisi post-hoc dei dati da Women’s Health Initiative è emerso che le donne in postmenopausa che guad ...


I rischi di sviluppare insufficienza renale e carenza di calcio dovuti al farmaco per l’osteoporosi Acido Zoledronico ( Aclasta ) sono estremamente rari, secondo i ricercatori della Loyola University ...


Una revisione sistematica di studi randomizzati controllati e studi osservazionali ha mostrato che l'uso dei bifosfonati è associato a un aumento del 27% del rischio di fibrillazione atriale negli stu ...


Imatinib ( Glivec, Gleevec ) è un inibitore della tirosin-chinasi che è stato impiegato con successo per curare la leucemia mieloide cronica cromosoma Philadelphia positiva ( Ph+ ) e i tumori stromali ...


Nei roditori la osteocalcina sottocarbossilata ( ucOC ) agisce come un ormone promuovendo la sensibilità e la secrezione di insulina. Nel caso in cui la osteocalcina sottocarbossilata dovesse svolge ...


Una analisi di dati di 15 anni del sistema AERS ( Adverse Event Reporting System ) della FDA ( Food and Drug Administration ) sulla fratture femorali associate ai bifosfonati ha dimostrato che ben il ...


Studi precedenti avevano indicato che la carenza di vitamina-D nei bambini può portare al rischio di fratture e di altre comorbidità. Ricercatori inglesi hanno ora dimostrato che non esiste un legame ...


Studi recenti hanno indicato una associazione tra attività della vitamina D e rischio cardiometabolico. Sono stati studiati i livelli di vitamina D e la loro associazione con l'aterosclerosi subcli ...


L’importanza di valutare vari marcatori emergenti legati ai lipidi per la predizione dei primi eventi cardiovascolari è oggetto di dibattito. È stato condotto uno studio per determinare se l’aggiun ...


Si pensa che un ridotto dispendio energetico in seguito a una perdita di peso contribuisca a un aumento di peso.Tuttavia, l’effetto della composizione della dieta sul dispendio energetico durant ...


L'impatto dell'indice di massa corporea ( BMI ) sulla sopravvivenza dopo la diagnosi del cancro del colon-retto è poco conosciuto. Uno studio ha valutato l'associazione tra indice BMI pre-diagn ...


Un’alta prevalenza di obesità è stata recentemente riportata in donne in postmenopausa con fratture per traumi lievi, suggerendo che una maggiore densità minerale ossea ( BM ...


I bifosfonati contenenti azoto sono stati associati allo sviluppo di osteonecrosi della mandibola, ma la mancanza di dati epidemiologici e modelli animali attendibili ha limitato la comprensione della ...


Per determinare in che misura la riduzione del sonno è associata alle differenze nella composizione corporea e al rischio di diventare sovrappeso nei bambini, è stato elaborato uno studi ...


L’Acido Palmitoleico ( cis-16:1n-7 ), prodotto dalla sintesi di grasso endogeno, è stato correlato a effetti metabolici benefici e dannosi; ma i dati possono essere stati influenzati da d ...


Una meta-analisi ha esaminato la relazione tra livelli di colesterolo HDL e il rischio di sviluppare un tumore in ampi studi clinici randomizzati e controllati su interventi che modificano i livelli l ...


L’uso dei bifosfonati orali è aumentato notevolmente negli Stati Uniti e in altri Paesi.L’esofagite è un effetto collaterale noto dei bifosfonati e studi recenti hanno sugger ...


Le bevande ricche di fruttosio come la soda dolcificata con zucchero e il succo d'arancia possono aumentare i livelli sierici di acido urico e, quindi, il rischio di gotta, ma i dati prospettici sulla ...


Uno studio, presentato alla 92nd Annual Meeting dell’Endocrine Society, ha dimostrato che quando il Fruttosio è presente nel momento in cui maturano le cellule adipose dei bambini, esso f ...


I precedenti studi di confronto fra diete a basso contenuto di carboidrati e basso contenuto di grassi non avevano previsto un trattamento comportamentale globale, con conseguente perdita subottimale ...


La leptina è un ormone secreto dal tessuto adiposo in quantità direttamente proporzionale alla quantità di grasso corporeo. Il livello di leptina in circolo svolge la funzione di ...


La mancanza di sonno può modificare l’apporto e il dispendio energetico. È stato svolto uno studio randomizzato presso l’University of Chicago Sleep Research Laboratory per d ...


Studi relativi a diete per il controllo del peso con alto contenuto proteico o basso indice glicemico sono giunti a varie conclusioni, probabilmente a causa del fatto che non erano sufficientemente po ...


L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha richiesto ad Abbott Laboratories di ritirare il proprio farmaco antiobesità, Meridia ( Sibutramina ), perché associato ad un aumentato ris ...


Le persone che assumono i bifosfonati per via orale per più di 5 anni possono raddoppiare il rischio di sviluppare un tumore della gola o dell’esofago.Questo è il primo studio di g ...


Uno studio ha valutato l’effetto di dosi singole o ricorrenti di corticosteroidi antenatali sul metabolismo osseo fetale.Questa era un’analisi secondaria su una coorte di donne incinte di ...


È stato dimostrato che la perdita di peso riduce il contenuto di grasso nel fegato e la resistenza insulinica nell’intero organismo.I Ricercatori del Turku University Hospital, in Finland ...


L’AIFA in collaborazione con l’EMEA ( Agenzia europea per i farmaci ), ha informato i medici che la produzione di Cerezyme ( Imiglucerasi ) e Fabrazyme ( Agalsidasi beta ) della societ&agr ...


I disordini del metabolismo delle lipoproteine si incontrano frequentemente nella pratica clinica.Sebbene le forme gravi di iperlipidemie genetiche siano relativamente poco frequenti, il pronto ricono ...


I possibili vantaggi di una dieta dimagrante che predilige proteine, grassi o carboidrati non sono stati stabiliti, e sono pochi gli studi della durata superiore ad 1 anno.Uno studio, coordinato da Ri ...


E’ stata esaminata la relazione tra assunzione di bibite analcoliche zuccherate con Fruttosio, Fruttosio e rischio di gotta negli uomini.Lo studio prospettico di coorte ha avuto una durata di 12 ...


La Fenfluramina, una sostanza presente in Fen-Phen, può continuare a danneggiare il cuore anche dopo aver dimesso l’assunzione.Lo studio, condotto da Ricercatori del Central Utah Clinic, ...


I glitazoni, anche noti tiazolidinedioni, appaiono essere associati ad un aumentato rischio di fratture.Questi farmaci appaiono essere impiegati soprattutto nelle condizioni cliniche, caratterizzate d ...


I rischi relativi ( RR ) di malattia coronarica associati al soprappeso ( indice di massa corporea [ BMI ], 25,0-29,9 ) e all’obesità ( BMI maggiore o uguale a 30 ) con e senza aggiustame ...


In risposta allo stress alcune persone perdono peso, mentre altre lo guadagnano.Ricercatori della Georgetown University Medical Center a Washington negli Stati Uniti, hanno scoperto che lo stress aggr ...


La maggior parte dei pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2 sono in sovrappeso o obesi, e la relazione tra obesità, soprattutto quella del compartimento viscerale, ed il rischio di svilu ...


Ricercatori dell’University of California - Los Angeles ( UCLA ) hanno scoperto che per i pazienti ospedalizzati con insufficienza cardiaca acuta un più alto indice di massa corporea ( BM ...


La perdita ossea si accompagna spesso a perdita di peso indotta da restrizione calorica, ma non è noto se la perdita di peso indotta dall’esercizio fisico sia associata a perdita ossea. R ...


Il Rimonabant ( Europa: Acomplia; USA: Zimulti ) è un antagonista del recettore CB1 dei cannabinoidi. Il Rimonabant ha ottenuto l’approvazione dell’EMEA ( European Agency for the Ev ...


Sebbene un effetto analgesico sia una componente essenziale dell’azione dei bifosfonati, i meccanismi fisiologici non sono stati ancora definiti. Il rilascio di beta-endorfina svolge un ruolo im ...


Dopo il parere favorevole del CHMP ( Committee for Medicinal Products for Human Use ), la Commissione Europea ha approvato il farmaco Acomplia al dosaggio di 20mg nel trattamento dell’obesit&agr ...


Alcuni dei farmaci impiegati nel trattamento dell’obesità sono risultati associati a grave morbidità e ad un aumento della mortalità. Problemi di sicurezza hanno comportato ...


Rimonabant ( Acomplia ) è il primo bloccante selettivo dei recettori dei cannabinoidi CB1.La terapia con Rimonabant ( 20mg/die ) è associata a perdita di peso e a cambiamenti plasmatici ...


Uno studio prospettico, basato sulla popolazione, ha mostrato che il rischio di deficit di memoria aumenta con l’aumentare dei livelli plasmatici di omocisteina totale. Sono stati esaminati 2.18 ...


L’FDA ha respinto la petizione di Public Citizen di ritirare dal mercato la Sibutramina ( negli Usa: Meridia; in Italia: Reductil ), ma desidera acquisire maggiori dati sulla sicurezza del farma ...


Studi osservazionali hanno mostrato che il carico glicemico assunto con la dieta è positivamente associato alla concentrazione della proteina C reattiva ( CRP ) nelle persone sane, indicando ch ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer